QUANDO I FIGLI CRESCONO

ACS_0014

Quando i figli sono piccoli è una vera gioia: siamo per loro il centro di ogni cosa, e loro lo sono per noi, viviamo quasi in simbiosi, in un mondo felice di coccole e bacini che profuma di borotalco e di latte, ma poi… passano i giorni, passano le notti, passano le settimane, passano gli anni, e una mattina vostro figlio, che la sera prima era ancora un piccolo esserino con le guance paffute, si sveglia nel corpo di un quasi preadolescente che inneggia all’indipendenza.

Se questa nuova fase può sembrarvi ostile e incomprensibile, vi confesso che vederli crescere procura tuttavia alcune soddisfazioni e ha, tutto sommato, dei lati positivi!

Ogni neo-mamma lo sa: quando diventiamo mamme il nostro sonno cambia, le varie fasi del sonno scompaiono per lasciare il posto ad un unico stadio creato appositamente per le neo-mamme: il dormi veglia! Si, perché le nuove mamme non dormono mai veramente, ma sono sempre in allerta su ogni rumore che esce dalla boccuccia del loro nuovo piccolo cucciolo di umano! Lui geme, e noi apriamo gli occhi, lui non geme, noi apriamo gli occhi e andiamo a verificare se respira ancora… – ricominciare da capo dalle 22.00 alle 6.00 – insomma una vera fatica! Neo-mamme non preoccupatevi! Man mano che crescono riacquisiamo un sonno del tutto rispettabile, thank’s God! Le nostre occhiaie e la nostra salute mentale ringraziano!

Il mio salotto è tornato ad essere un normale salotto… non da copertina, ma almeno non sembra più una ludoteca! Fino a poco tempo fa in ogni angolo del salotto c’era un contenitore con 20.000 tipi diversi di giochi! Ora i giocattoli sono sistemati in cameretta e non sono ammessi in sala più di 4 giochi a testa!

Basta andare in giro con passeggino, borsa con kit di sopravvivenza (cambio 1 / cambio 2 / cambio 3 / cambio 4 che non si sa mai / acqua / crema anti dermatite da pannolino / pannolini / copertina di lana / Sacco termico – può sempre servire – / peluche)! Ora il baule della mia Clio è al massimo occupata dalle shopper per la spesa e da qualche palla da basket (confesso il baule della mia macchina è sempre e comunque un disastro, ci sono 1.000.000 di altre cose, ma mie!)

Delegare è la parola che amerete di più. Ad un certo momento vi verrà naturale chiedere ai vostri figli di partecipare alle faccende di casa o con dei piccoli favori, come “portami quella cosa amore mio” a “sistema la tua cameretta amore mio” passando da “vai a far la doccia (da solo) per favore”, aggiungere “amore mio” “tesoro” “cucciolo” sarà la vostra attenuante quando vi accuserà di essere sfruttato.

I piccoli preadolescenti di oggi sono una fonte inesauribile d’informazioni! Con il mio ho potuto imparare un sacco di cose: Fortnite e i suoi balletti, chi sono i Me Contro Te, fare lo slime fatto in casa, ecc. Questo mi ha permesso di stare al passo con i tempi e di essere sempre sul pezzo!

Ma una della cose più importanti nel vedere crescere i propri figli è la soddisfazione di vedere questi piccoli essere umani avere un proprio pensiero, un’opinione, dei sogni, o semplicemente poter condividere con loro delle esperienze di vita e dei ricordi, che sono molto più difficili da creare quando i figli sono piccoli.

E voi cosa ne pensate?

Un pensiero su “QUANDO I FIGLI CRESCONO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...